Skip to content

Arpal Puglia, neo assunti non ancora pagati. Csa: “Diritti calpestati pronto stato di agitazione”

14 Gennaio 2022
– Autore: Eleonora Francklin
14 Gennaio 2022
– Autore: Eleonora Francklin
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on linkedin

“È necessario un incontro tra l’organizzazione sindacale e la Direzione Arpal Puglia per ottenere una risposta chiara e univoca in merito all’incresciosa situazione nella quale vertono i neo assunti dell’agenzia che ancora oggi non vengono regolarmente retribuiti”. A scrivere è il segretario e consigliere nazionale di CSA Regioni Autonomie Locali, Carlo Cirasola.

“È dovere di questa Amministrazione e diritto di ciascuno dei suoi dipendenti – sottolinea Cirasola – vedere il lavoro tempestivamente remunerato così come costituzionalmente sancito, ed è nostro interesse tutelare e discutere qualunque questione inerente la condizione in cui questi lavoratori sono costretti a prestare la propria professionalità a partire da novembre 2021”.

“Inoltre – conclude – risulta incresciosa la totale assenza di riscontro alle numerose richieste di chiarimento finora inoltrate alla direzione dell’Arpal. Pertanto ci vediamo costretti a comunicare che, se entro 3 giorni dalla ricezione della nota non vi sarà ancora riscontro alcuno, procederemo alla proclamazione dello stato di agitazione e a indire un’assemblea sindacale con annesso presidio presso le sedi della direzione Arpal Puglia e quella della Presidenza della Giunta Regionale”.