Amtab sfida Trenitalia, avaria all’impianto elettrico: si ferma il primo bus ibrido

Amtab contro Trenitalia, chi avrà la meglio? Dopo il guasto registrato sul secondo treno nel giorno dell’inaugurazione della linea ferroviaria Bari-Bitritto, dobbiamo annunciare il blocco del primo bus ibrido MAN. La vettura 4404 si è fermata in via Giulio Petroni, poco prima dell’incrocio di viale Kennedy in direzione Carbonara, a causa di un’avaria all’impianto elettrico.

 

Ferrovie del Sud Est, soppressi treni e bus: “Mancato adeguamento col personale Trenitalia”

Mancata discussione sulla retribuzione, sulla contrattazione del secondo livello e sull’aumento dei ticket pasti. Sono questi i motivi che hanno spinto il personale di Ferrovie del Sud Est, ormai assorbiti da Trenitalia, ad astenersi dal lavoro oggi 7 dicembre 2023. A causa dell’indisponibilità del personale, sono stati soppressi sedici bus e i seguenti treni:

-Treno 92104 da Martina F. a Putignano delle ore 05:11 sarà soppresso.
-Treno 92103 da Martina F. a Taranto delle ore 05:30 sarà soppresso.
-Treno 92108 da Taranto a Martina F. delle 06:35 sarà soppresso.
-Treno 92109 da Putignano a Martina F. delle 06:30 sarà soppresso

La scelta è nata dopo che i segretari regionali dei sindacati non hanno trovato un accordo con i vertici di Trenitalia per quanto riguarda l’adeguamento dei ticket pasti, rimasti a 7. 30 per il personale di Ferrovie Sud Est e invece a 10.50 euro per il resto del personale, ma anche perché non è stato ottenuto l’adeguamento retributivo al personale di Trenitalia e la mancata contrattazione del secondo livello.

“Con il contributo fattivo di tutti i lavoratori sono stati raggiunti gli obiettivi aziendali stabiliti nel verbale citato con l’acquisizione dei contratti di servizio. Ci aspettiamo a questo punto che l’azienda, anche alla luce del raggiungimento dei risultati economici sperati, tenga pienamente fede agli impegni presi davanti alle istituzioni e che anche queste ultime non facciano un passo indietro rispetto alle garanzie che erano state concesse – si legge nella nota congiunta di Cgil, Cisl, Uil e Faisa Cisal -. Chiediamo al Presidente Emiliano e all’Assessore Maurodinoia un incontro in presenza della dirigenza FSE in cui si dia atto fattivo alla equiparazione dei trattamenti retributivi così come stabilito nell’incontro del primo dicembre 2022. Le scriventi, alla luce di quanto sopra esposto, chiedono una urgente convocazione di tutte le parti coinvolte al fine di raggiungere il pieno rispetto dell’accordo del primo dicembre ’22”.