Tassa di soggiorno a Bari, no del Consiglio di Stato al ricorso degli albergatori: “Nessun danno al settore”

Anche il Consiglio di Stato, dopo il Tar, dichiara legittima l’introduzione della tassa di soggiorno a Bari. I giudici hanno respinto il ricorso dell’associazione di categoria degli albergatori contro la delibera del Comune, spiegando come la misura non abbia causato “un danno grave e irreparabile agli albergatori”. Un altro punto a favore per l’amministrazione barese. La tassa di soggiorno è stata introdotta ad ottobre scorso, Federalberghi e l’associazione Extralberghiera Bari sostengono da sempre che la misura vada a penalizzare solo le strutture ricettive in regola, oltre a chiedere da mesi più chiarezza sulle modalità con le quali gli introiti dell’imposta di soggiorno saranno utilizzati in futuro.

Ex Ilva, il Tar respinge il ricorso contro lo stop a fornitura gas: “Non sono previste interruzioni”

Non sono previste per ora interruzioni di gas ad Acciaierie d’Italia. È quanto si apprende da fonti vicine al dossier dopo il rigetto del ricorso al Tar della Lombardia dell’ex-Ilva di Taranto nei confronti della delibera dell’Arera che aveva disposto lo stop alle forniture. Oltre al fatto che Acciaierie d’Italia ha annunciato il ricorso al Consiglio di Stato, che comporta quindi il congelamento del provvedimento, un’eventuale decisione sulle forniture di gas ad Acciaierie d’Italia potrà essere presa solo a valle delle interlocuzioni tra l’autorità di regolazione, l’Arera, e Snam, il fornitore di ultima istanza.