L’allegro chirurgo, dal dramma alla lotta. Daniela: “Aesthetic Franco poteva uccidermi va fermato”

La denuncia di Nicolas ha dato il via alla nostra inchiesta. Ogni giorno scopriamo nuovi particolari inquietanti sull’attività del medico con laurea romena e chissà quali specializzazioni. Il nostro viaggio alla scoperta del mondo di Aesthetic Franco, ci porta in Campania, precisamente a San Giorgio a Cremano. È qui che incontriamo Daniela.

Continue reading

La Finanza da Biosalus, fari su teste di legno e un noto consulente: “L’unico capo è Mauro Messina”

Non abbiamo ricevuto risposte ufficiali da parte di Biosalus. Voci di corridoio affermano come per l’azienda si tratti solo di “controlli normali e di routine” e che tutto sia sotto controllo. Questa volta ci occupiamo dell’inchiesta con alcune carte particolari.

Continue reading

Maxi inchiesta a Bari, indagini verso la fine: Olivieri scrive nel carcere di massima sicurezza il suo memoriale

Per Michele Piscitelli e Mirko Massari, accusati di aver venduto il proprio voto all’ex consigliere regionale Giacomo Olivieri, la custodia in carcere è stata sostituita con quella ai domiciliari. Nelle prossime ore sono in programma le ultime discussioni sui ricorsi, poi le indagini si chiuderanno.

Continue reading

Decaro in posa con la sorella del boss Capriati, la foto “dimenticata” e il commento shock: “Roba nostra”

L’editoriale prende vita dalla foto pubblicata sui social da Annalisa Milzi, figlia di Lisetta Capriati, sorella del boss Antonio e moglie del defunto Vincenzo Milzi. Una foto in cui si vede un Sindaco sorridente, assolutamente non imbarazzato e non a disagio dal contesto. Decaro abbraccia le due donne e si mette anche davanti al negozio quasi a “sponsorizzarlo”. Una foto già inquietante, resa ancora più inquietante dal commento di Vincent Capriati: “Roba nostra”.

Continue reading

Amtab nella bufera, l’inchiesta si allarga: così Persichella ha provato a salvare l’azienda dopo l’era Vulcano

Il caso Amtab si infittisce e torniamo ad occuparci della nuova inchiesta che coinvolge l’azienda di trasporto pubblico barese. Tutto è nato dalle relazioni presentate da Luca D’Amore, l’amministratore giudiziario nominato da poco dal Tribunale di Bari per affiancare il management dell’Atmab. Dalle indagini interne è emerso che negli ultimi anni la situazione finanziaria era gravemente critica, con il rischio addirittura di non pagare stipendi e tredicesime. Dal 2017 al 2022 sono state accumulate perdite per quasi 5 milioni.

Continue reading