Lupi a passeggio, scoppia il panico nel Barese: esemplare avvistato a Carbonara

Da Bitetto al San Paolo fino a Carbonara. Un lupo è stato avvistato nel quartiere barese, precisamente in via Luigi Ranieri. In redazione sono arrivate diverse segnalazioni e testimonianze. La presenza dell’esemplare non è passata certamente inosservata e i residenti hanno immortalato la sua “passeggiata” notturna in video. Qualche settimana fa la sindaca di Bitetto aveva diffuso una nota dopo aver accertato la presenza di due lupi nel territorio, mentre un esemplare era stato avvistato di mattina vicino alla scuola Collodi al San Paolo solo qualche giorno fa.

Bari, sulla ss16 con quasi 10 chili di cocaina in auto: 42enne arrestato all’uscita Carrassi-Carbonara – VIDEO

+++ IL VIDEO DELL’OPERAZIONE SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM +++

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, particolarmente rafforzati in occasione delle imminenti Festività Natalizie e di fine anno, hanno tratto in arresto in flagranza di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 42enne, fatta salva la valutazione nelle fasi successive con il contributo della difesa. I militari operanti, mentre percorrevano la S.S. 16 “Tangenziale di Bari” in direzione Brindisi, decidevano di sottoporre a controllo, poco prima dell’uscita 12 (Bari Carrassi – Bari Carbonara), un mini SUV di colore nero il cui conducente procedeva con andatura sospetta.

All’esito della perquisizione personale e veicolare, sono stati rinvenuti, occultati sotto i sedili anteriori dell’autovettura, 8 “panetti” contenenti cocaina, per un peso complessivo di circa 9,5 kg. L’autovettura e la sostanza stupefacente sono stati sottoposti a sequestro penale e l’arrestato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Bari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il quadro indiziario raccolto dai Carabinieri a carico dell’indagato è stato condiviso dalla Procura della Repubblica di Bari che ha avanzato richiesta di emissione di misura cautelare in carcere. Il GIP del Tribunale di Bari ha convalidato l’arresto e, accogliendo parzialmente la richiesta, ha disposto la sottoposizione del soggetto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con strumento elettronico di controllo a distanza. È importante sottolineare che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e l’eventuale colpevolezza dell’indagato, in ordine ai reati contestati, dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.